domenica 8 maggio 2011

Che allegria!

Auguri alle mamme, quindi anche a me. La mia, di mamma, non c'è più da parecchio, ma non ho mai aspettato la sua festa per dimostrarle quanto le volevo bene e farle un regalo, anche piccolo....questo mi fa sentire in pace anche in giornate come questa. Però mi manca; mi manca ogni giorno di più, forse perchè col passare del tempo cresco e maturo e quindi mi rendo sempre più conto di quanto mi aiutasse con i suoi consigli (che lei non seguiva mai), con i suoi commenti e col suo amore. Mia figlia un po' di tempo fa mi ha detto: "Mamma, se ti succede come alla nonna, tra 4 anni muori!" e questo mi ha fatto rendere conto ancora di più quanto fosse giovane quando è morta. Io spero di vivere ancora per molti anni, ma non posso sapere cosa succederà, quindi intanto cerco di vivere meglio che posso e godere delle cose che ho. Uno dei miei crucci però è di non riuscire ad eliminare dalla mia vita alcune persone che mi fanno star male (per carità, involontariamente, eh!). In alcuni casi ci riesco, ma altri no e capisco che mi faccio del male da sola continuando a frequentare certe persone. Ma mi chiedo: è meglio dare un taglio netto e soffrire , ma smettere di frequentare chi mi fa star male? oppure è meglio lasciar perdere i miei malesseri e godere un po' di felicità, o quel che è, quando capita? Obiettivamente so che è meglio la prima opzione, ma sono molto ottimista e dò credito alle persone, quindi penso sempre che col tempo le cose migliorano.Bisognerebbe fare come su facebook: ogni tanto fare pulizia ed eliminare le amicizie che non ci sembrano più tali. Ma non è altrettanto facile nella vita....... fino a quando l'ennesimo calcio nei denti mi fa decidere definitivamente!
Kiss for all...

2 commenti:

Anto Io ha detto...

secondo me, è un nostro diritto difenderci...quindi se una persona ci fa stare male, non frequentiamola più...basta chiacchiere, basta telefonate...basta tutto!
hai il diritto ed anche il dovere (verso i tuoi figli..ops figlie) di vivere ed essere serena...
Io ho fatto cosi...e sto meglio!
Un abbraccio grande
Anto

katiaconlakappa ha detto...

Cara Dada, io sono molto simile a te in tante cose...io mi sono comportata in modo diverso a seconda delle persone. Se erano diventate ormai sempre sistuazioni dolorose quelle che provavo a frequentarle, ho tagliato definitivamente i ponti ( e non è stato difficile...anche loro hanno lasciato che accadesse..evidentemente qualcosa non funzionave per entrambe..). Se invece continuano comunque a trasmettermi sensazioni positive alternate a negative, non taglio ma cerco di 'mollare un pò il colpo'...continuando la frequantazione ma con meno assiduità e, soprattutto, smettendo di annullare le mie esigenze per seguire le loro ( cosa che purtroppo tendo a fare...sono un pò zerbino a volte!).
Al momento questa scelta mi sta facendo stare decisamente meglio!
Un abbraccio